Archivio news

  1. Dopo l'ultima tappa di San Fermo, manca solo la finale!

Sui 382 atleti partenti alla 5° tappa del circuito firmato La Sportiva si impone Henri Aymonod con un crono da record di 1h29'16"09, accompagnato al traguardo dai compagni di club Martin  Dematteis 2° 1h29'16"58 e Bernard Dematteis 1h29'16"70. Completano la top ten Daniel Antonioli, Gil Pintarelli, Martin Stofner (Team La Sportiva), Alex cavallar, Gabriele Bacchion, Stefano Pelamatti e Patrick Facchini, altro caposaldo del Team La Sportiva . Al femminile altro record con Elisa Sortini che soffia il primato all'amica Raffaella Rossi  (1h53'03") fermando il cronometro sul tempo di 1h49'40". Seconda Annelise Felderer 1h50'35" e terza Daniela Rota in 1h57'24".

 

A testimonianza del livello di quest’anno, in 4 atleti sono andati sotto il record di Cesare Maestri (1h30'21")! Sui primi di ascesa i più forti hanno provato a fare selezione. In Val di Moren, dopo 5km, Henri Aymonod guidava il trio della Corrintime con qualche secondo di margine sui gemelli Dematteis. Al femminile sfida a due doveva essere e sfida a due si è rivelata con il testa a testa tra l'altoatesina Annelise Felderer e la valtellinese Elisa Sortini. Un duello animato sin dai primi chilometri. Terza, un poco staccata dalle fuggitive, la bergamasca Daniela Rota, favorita nella classifica assoluta del circuito insieme alla seconda classificata.

Al rifugio San Fermo (1868mslm) nessuna sorpresa, Henri Aymonod aveva ancora una manciata di secondi sui compagni scuderia Bernard e Martin Dematteis. In quarta e quinta posizione seguivano Daniel Antonioli, Gil Pintarelli e Martin Stofner. Anche in discesa posizioni che restano immutate con gap però sempre più risicati. I primi 5 tutti infilati uno dietro l'altro si sono buttati verso il tragurardo.

“Un gran lavoro quello di questo gruppo, che ringrazio a nome di tutta l’amministrazione –ha commentato il sindaco di Borno Matteo Rivadossi-, un’emozione vedere una pizza così gremita, che ha voluto anche rendere omaggio all’amico Andrea Arici”.

Per la Mountain Running Cup il prossimo è l’apputamento chiave: il 2 settembre a Rasura, tra le Orobie Valtellinesi, si disputerà la Rosetta Skyrace, su una distanza di 22 km e 1750 metri di dislivello positivo. Questa gara rappresenta la finale del circuito e servirà a proclamare i vincitori assoluti di questa settima edizione! Verranno inoltre distribuiti i premi ai finisher del circuito, ovvero coloro che hanno partecipato ad almeno 3 gare.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Copyright © 2018 mountainrunningcup.com